Il Re Ludwig

I Musei bavaresi di Re Ludwig II

König Ludwig II Museum, Herrenchiemsee

Il Museo più importante dedicato al Re bavarese Ludwig II è ubicato nel castello di Herrenchiemsee.

Aperto nel 1987, è stato la “location” di una interessantissimo evento dal titolo “Götterdämmerung König Ludwig II” nel 2011, in occasione del 125° anniversario della scomparsa del monarca.

Recentemente rinnovato esso si compone di ben 12 sale (compresa una parte rialzata) copiosamente “arricchite” da documenti, foto, ritratti, arredi, oggetti personali, capi di abbigliamento e mobilio che ripercorrono le diverse fasi della vita del regnante bavarese, grazie al valido ausilio di numerosi pannelli informativi che raccontano (in tedesco e inglese) e illustrano le fasi della sfortunata esistenza del principe ereditario e futuro Re di Baviera, Ludwig!

La sala di ingresso del Museo (proprio dinanzi alle casse) mostra alcuni pannelli con illustrazioni e date relativi ai regnanti bavaresi partendo da Maximilian I Joseph che fu il primo re di Baviera dal 1806 al 1825 fino a Ludwig III che regnò soltanto per cinque anni, dal 1913 al 1918, i luoghi dove sono presenti i monumenti del sovrano, l’ubicazione dei rifugi e altre interessanti informazioni corredate da storiche illustrazioni.


König Ludwig II Museum, particolare

L’interessante percorso mostra nella prima sala, tra gli altri “cimeli”, custoditi in luminose teche l’abito battesimale e la maschera mortuaria. A seguire si possono ammirare i due sfarzosi mantelli per il matrimonio del Re con la duchessa Sofia in Baviera e il pregiatissimo mantello dell’incoronazione.
La fraterna amicizia con il compositore Richard Wagner è evidenziata nel museo dai numerosi oggeti quali documenti, ritratti, lettere, disegni, progetti, monete commemorative e un grande modello del teatro che avrebbe dovuto sorgere a Monaco ma che non fu mai iniziato.


König Ludwig II Museum, busti di Re Ludwig II e Richard Wagner

I castelli reali sono rappresentati da interessanti opere come un grande forno piastrellato per il castello di Neuschwanstein, il modello di una figura per il parco di Linderhof e il modello per il gruppo di sorgenti di bronzo facenti parte della fontana di Apollo. Insieme ai palazzi voluti da Ludwig II sono esposti progetti e disegni dei futuri castelli che il Re, ormai disilluso dagli affari di Stato, aveva in mente di far edificare.


König Ludwig II Museum busti di Re Ludwig II e Sophie

Una intera sala è totalmente dedicata alla prima camera da letto di Linderhof, intatta grazie a fortuite circostanze, dove si mostra in tutta la sua bellezza e sfarzosità il sontuoso letto sostenuto ai piedi da putti dorati, avvolta di blu. In tema di arredamento è esposta la Sala delle Udienze della Residenz di Monaco, unitamente ad altro pregiato mobilio scampato alle distruzioni della seconda guerra mondiale.

Il Museo ospita la barca originale che veniva usata dal Re nella Venus-Grotte ubicata in una sala espositiva che ricrea il celebre “Giardino d’Inverno” della Residenz di Monaco: bello il busto dedicato al sovrano. In uno dei tanti pannelli informativi si può vedere un fac-simile della testata del giornale  “Volks Zeitung – Extra Blatt” datato Mittwoch 16 Juni 1886 che riporta la morte del sovrano.

Degno di menzione è il fatto che i numerosi oggetti artigianali presenti nelle sale del museo creati appositamente per il sovrano bavarese possono considerarsi pari per qualità precisione a quelli creati nei centri d’arte dell’epoca come Parigi e Vienna.

Museum der Bayerischen Könige, Hohenschwangau

Quasi affacciato sull’Alpsee, il lago a due passi dai castelli reali dove il giovane Ludwig soleva cimentarsi in ardite nuotate da una sponda all’altra, con una veduta sul castello di Neuschwanstein, il Museo, aperto nel 2011, è un omaggio alla celebre casata dei Wittelsbach dagli inizi fino ai nostri giorni. La mostra permanente dedicata ad una delle più antiche e longeve dinastie d’Europa è ubicata nell’ex hotel Alpenrose per l’occasione totalmente rinnovato per la nuova destinazione d’uso; disposto su due piani, offre oltre all’elegante “Museum-Shop”, un Cafè-Ristorante.


Museum der Bayerischen Könige, raffigurazione nell’atrio dell’ingresso

Il percorso ricco di documenti, foto, quadri e svariati oggetti di varia natura comincia dal piano superiore dove in un lungo corridoio si mostra la lunga casata dei Wittelsbach. Proseguendo nella seconda sala colpisce il lunghissimo tavolo da cerimonia con sopra un preziosissimo set di candelabri. Nelle sale seguenti particolare citazione è espressa verso i re Maximilian II e Ludwig II fianco a fianco nei periodi storici e nelle innovazioni tecnologiche e accomunati quali costruttori di Hohenschwangau ed Neuschwanstein. In questo piano merita attenzione a il principesco mantello di velluto blu con inserti in argento, che il sovrano bavarese utilizzava quale Gran Maestro dell’Ordine di San Giorgio. Al piano inferiore altre quattro sale mostrano la casata dei Wittelsbach nel periodo post seconda guerra mondiale e nel ventesimo secolo con una lunga sequenza di foto storiche, documenti e oggetti. Da far invidia a chiunque la corposa esposizione di piatti finemente cesellati per il matrimonio dell’ultima coppia reale bavarese! Elegante e ben fornito il “Museum Shop”.

Altri Musei

Anche se non prettamente dedicati al sovrano bavarese, diversi Musei meritano sicuramente una visita sia per la cura proposta sia per l’importanza degli oggetti in esposizione.

La prima citazione spetta al “Kaiserin Elisabeth Museum”, recentemente rinnovato ed ampliato, ubicato nella ex stazione reale ferroviaria di Possenhofen, a due passi dalla riva occidentale dello Starnbergersee.

Possenhofen, l’ingresso del Kaiserin Elisabeth Museum

A Monaco merita una visita il Museo delle Carrozze ubicato nel castello di Nymphenburg, dove sono conservate le carrozze reali e le slitte usate dal sovrano durante le sue passeggiate in solitario; qui merita una citazione particolare la carrozza reale riportata al massimo splendore dopo un attento lavoro di restauro costato, secondo fonti ufficiali, oltre 40 mila Euro.

Interessante è il Museo dei Trasporti a Norimberga dove è esposto il (luccicante) treno reale di Ludwig II: imperdibile!

Norimberga Museo dei Trasporti, Carrozza reale appartenuta a Re Ludwig II

A Bayreuth nella “Haus Wahnfried” la casa dove dimorò Wagner si possono vedere conservati in diverse teche, foto, documenti e oggetti della vita del sovrano in relazione alla forte amicizia che si instaurò tra il monarca e il compositore.


Bayreuth Haus Wahnfried

 

Informazioni utili

Il König Ludwig II Museum ubicato nell’ala sud del castello di Herrenchiemsee segue gli orari del castello stesso e la visita è legata alla visita del castello; per maggiori informazioni visitare il sito: www.herrenchiemsee.de. Stesso discorso per il Museo delle Carrozze ubicato nel castello di Nymphenburg  che è chiuso nei giorni 1 gennaio, martedì grasso, 24, 25 e 31 dicembre; per maggiori informazioni visitare il sito: www.schloss.nymphenburg.de Il Museo dei Wittelsbach ubicato in Alpseestrasse 27 nella località di Hohenschwangau è aperto tutti i giorni dalle ore 09 alle ore 17 con chiusura il 24 e il 25 dicembre e il 1° gennaio; prezzo di ingresso Eur 11,00 con possibilità di biglietto cumulativo unitamente ai due castelli reali; per maggiori informazioni visitare il sito: www.museumderbayerischenkoenige.de. Il Kaiserin Elisabeth Museum ubicato nel comune lacustre di Pöcking per la stagione 2019 osserva il seguente periodo di apertura: dal 1° maggio al 20 ottobre esclusivamente nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 12,00 fino alle ore 18,00 con un prezzo di ingresso di Eur 4,00; per maggiori informazioni visitare il sito: www.kaiserin-elisabeth-museum.de.  Infine il DB Museum di Norimberga (Nürnberg) in Lessingstrasse 6,  aperto da mar. a ven. dalle ore 09,00 alle ore 17,00 e sabato, domenica e festivi dalle ore 10,00 alle ore 18,00 con biglietto di ingresso fissato a Eur 6,00; per maggiori informazioni visitare il sito:  www.dbmuseum.de

Ringraziamenti.

Si ringrazia il Bayerische Verwaltung der staatlichen Schlösser, Gärten und Seen di Monaco di Baviera per la concessione alla pubblicazione delle foto riguardanti il Museo ubicato nel castello di Herrenchiemsee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *