Chiese, Monasteri e Abbazie, La Baviera

Maria Gern

Meta di pellegrinaggio da secoli nel bel mezzo di prati e boschi la chiesa barocca “Wallfahrtkirche Maria Gern” merita assolutamente una visita.

Maria Gern, la chiesa

Costruita tra il 1708 e il 1710 su una piccola cappella presistente a cui fu aggiunto il campanile a cipolla negli anni 1723-1724, il luogo religioso spicca con il colori del bianco e del rosa tra il rigoglioso verde circostante.

Maria Gern, la chiesa

Il gioioso paesaggio circostante unito allo sfondo del massiccio montuoso dell’Untersberg rende questo luogo una meraviglia per corpo e anima.

Maria Gern, la chiesa

L’interno della chiesa è qualcosa di meraviglioso.

Maria Gern, interno della chiesa

Stucchi e decorazioni si fondono armoniosamente insieme per l’intera navata costellata da una serie interminabile di putti, fino a toccare l’altare maggiore datato 1715 che ha in dote al centro la statua (datata 1666) che raffigura l’immagine miracolosa della SS. Madonna col Bambino, sorretta  da due angeli. Ai lati le statue dei genitori di Maria, Anna e Gioacchino e nella parte superiore si mostra l’Arcangelo Gabriele che trafigge il drago (raffigurato con una gamba di donna al posto della zampa). Nel coro sono presenti innumerevoli tavolette votive legate all’opera di pellegrinaggio esistente da secoli, in segno di gratitudine e ringraziamento.

Maria Gern, interno della chiesa (particolare dell’altare maggiore)

L’immagine sacra, a seconda dei periodi dell’anno, viene abbellita da sontuosi ornamenti e pregevoli vesti.

Quasi al centro della navata uno di fronte all’altro si trovano i due altari minori laterali: l’altare della croce (“Kreuzaltar”) del 1737 che racconta la crocifissione di Gesù Cristo e l’altare di S. Giuseppe (“Josephaltar”) del 1739 con pala d’altare (1740) che raffigura S. Giuseppe con Gesù da ragazzo.

L’intero soffitto della chiesa è riccamente decorato da stucchi e da affreschi (24!) che raccontano la vita di Maria che inizia con la creazione del mondo sopra l’altare maggiore e termina con la sua incoronazione, così disposti: nove nel coro, undici nella parte centrale della navata e quattro sopra l’organo.

Maria Gern, interno della chiesa (la serie degli affreschi, al centro è raffigurata Maria Immacolata)

Dietro una panca in legno leggo la seguente emblematica frase: “Maria Gern hat nur 430 Einwohner wir sagen Ihnen darum, fur das Kleinste Opfer zur erhaltung unserer Kirche ein herzliches vergelts Gott”. Essa è riferita agli anni ’70 quando Maria Gern era una cittadina a se stante.

Un sentito momento di preghiera chiude la visita di questo prezioso luogo religioso. All’esterno mi fermo davanti alla piccola cappella con tetto in lamiera e alla “Colonna della Peste”, in marmo!

Maria Genrn, la cappela adiacente alla chiesa

Il magnificio scenario naturale che si presenta davanti è immortalato da innumerevoli angolature mentre la partner accarezzata dai raggi solari ne approfitta per una (dolce) pausa, vocabolo a me sconosciuto al cospetto della amata Baviera…!

Informazioni utili

La chiesa di Maria Gern circondata da un panorama di estrema bellezza è ubicata nel comune di Berchtesgaden cui dista circa 5,5 chilometri. La chiesa è aperta tutti i giorni con ingresso libero. Consiglio una sosta presso il “Gasthof Maria Gern” che oltre a soddisfare il palato offre diversi oggetti religiosi legati alla chiesa. La chiesa dista circa 80 chilometri dal Chiemsee (Prien) e circa 165 chilometri da Monaco di Baviera (tramite la “B305” e la “A8”). Füssen dista circa 235 chilometri (percorrendo la “B305”, “A8” – ingresso autostradale n. 112 uscita n. 99 direzione Bad Tölz -, “B472” – per 65Km. -, “B2” in direzione Murnau per 6 Km e proseguimento per Bad Kohlgrub e Saulgrub, “B23” per 7 Km direzione Steingaden e “B17” per 22 chilometri passando davanti ai castelli reali di Re Ludwig II. Rimango sempre a disposizione per ogni informazione riguardante quanto da me raccontato.

N.B. – Tutte le distanze chilometriche proposte sono approssimative, calcolate con l’ausilio di carte stradali e conoscenze personali; esse hanno lo scopo di completare l’argomento e fornire ulteriori elementi utili. Ricordo che le autostrade in Germania (contrassegnate dalla lettera “A”) sono gratuite. Ogni uscita (“Ausfahrt”) è segnalata con un numero progressivo che è riportato su tutte le cartine stradali della Germania. I limiti di velocità sono rispettati e particolare attenzione va posta nelle città (grandi e piccole) e in presenza di lavori in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *