Chiese, Monasteri e Abbazie, La Baviera

Il Monastero di Banz

Il maestoso monastero barocco di Banz sede dell’ex Abbazia benedettina (Kloster Banz) con le due svettanti torri domina dall’alto di una collina la piana circostante attraversata dal fiume Meno (Main) ed è visibile da molto lontano.

Kloster Banz, il complesso abbaziale

Una strada immersa nel verde conduce dinanzi all’Abbazia che, da vicino, si mostra in tutta la sua elegante imponenza.

Kloster Banz

Il Kloster Banz anche denominato Schloss Banz fa parte della piccola cittadina termale di Bad Staffelstein, come è indicato dai cartelli apposti in prossimità del complesso abbaziale.

Kloster Baqnz, il complesso abbaziale

Originariamente castello, il monastero benedettino fu fondato nella seconda metà dell’anno 1000. Nel 1500 grazie all’opera del vescovo Ottone I il Monastero conobbe un periodo di splendore, prima di un nefasto periodo di abbandono e distruzione dovuto a un devastante incendio e agli scempi legati alla guerra dei Trent’Anni.

Kloster Banz, il complesso abbaziale (visto dalla scalinata)

La riprogettazione barocca che si ammira oggi porta la firma dei fratelli Leonhard e Johann Dientzenhofer architetti bavaresi che iniziarono l’opera di trasformazione del monastero e della chiesa alla fine del XVII secolo. Successivamente l’intero complesso fu acquistato dal Duca Guglielmo in Baviera (Herzog Wilhelm v. Wittelsbach in Bayern) all’indomani della chiusura dovuta alla “Secolarizzazione” e destinato a residenza estiva della casata Wittelsbach. Oggi il complesso monastico appartiene ad una Fondazione ed è la preziosa sede di molteplici attività culturali che si susseguono con regolarità.

Kloster Banz, interno della chiesa

Consacrata dal vescovo di Würzburg il 15 ottobre 1719 la ex chiesa abbaziale merita una accurata visita per la ricchezza del suo interno, i cui lavori proseguirono oltre tale data. Ad unica navata essa è dedicata ai santi Dionisio e Paolo.

Kloster Banz, interno della chiesa

Un trionfo di opere quali affreschi, decorazioni e statue arricchiscono l’ambiente religioso regalando ai miei occhi una eccelsa visione.

L’altare maggiore sulla cui sommità domina la raffigurazione scultorea della glorificazione di San Benedetto è cinto da sei dorate colonne completato da statue ed elaborati lavori di intarsio.

I due altari laterali che fiancheggiano il coro furono completati nove anni dopo la consacrazione.

I luminosi colori degli affreschi della volta completati nel 1716 sono opera di Melchior Steidl pittore tirolese e conducono dall’entrata fino all’altare maggiore.

Tra tutti cito quello che raffigura “L’ultima cena”.

Alla sinistra si può osservato il pulpito completato prima della consacrazione della chiesa; le figure nella parte inferiore rappresentano i quattro Evangelisti.

A fianco del pulpito si trova l’altare della Crocifissione che mostra la “Pietà” risalente al 1740.

Kloster Banz, altare della crocifissione

La chiesa, una delle più alte espressioni del barocco nella Germania del sud, custodisce sotto le sue fondamenta una cripta con diverse sale che si sviluppa per l’intera lunghezza della chiesa risalenti ad alcuni anni prima della consacrazione.

La visita prosegue nel vasto complesso, preziosa “location”, come detto, di concerti e seminari.

Esternamente non manca il verde per una sana passeggiata all’aria aperta.

Kloster Banz,

Il panorama che regala la collina su cui si affaccia il monastero è un altro motivo che rende interessante questa visita!

Informazioni utili

L’Abbazia di Banz (Kloster Banz) fa parte della piccola cittadina termale di Bad Staffelstein nel comprensorio di Lichtenfels, nella regione più settentrionale della Baviera, la Franconia (Franken). Dista alcuni chilometri dal comune di Bad Staffelstein e circa 10 chilometri dalla Basilica dei “Quattordici Santi Salvatori; circa 60 chilometri da Bayreuth (tramite la “B173 ” e la “B85”) e circa 50 chilometri da Bamberg (tramite la “A73”). La capitale bavarese dista circa 300 chilometri, tracciato interamente autostradale (“A9” e “A73”) ed il confine Italia-Austria (Brennero) è lontano circa 500 chilometri, tracciato, sempre, interamente autostradale. Ricordo, nuovamente, che in Germania le autostrade sono gratuite!

Ringraziamenti

Si ringrazia la comunità religiosa per la disponibilità fornita durante la visita dell’Abbazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *