La Baviera

La città di Bad Reichenhall

Bad Reichenhall è una conosciuta località termale immersa tra il verde della regione del Berchtesgaden. Apprezzata grazie all’oro bianco, termine usato in epoca romana  per indicare il sale, la città bavarese conta quasi 20 mila abitanti. Attorniata  da uno splendido scenario naturale è luogo ideale di cure termali, grazie appunto al sale, elemento che le ha dato fama e ricchezza ed anche l’appellativo di “Bad”.

Passeggiare in uno dei diversi parchi presenti è il (sano) preludio alla visita della cittadina bavarese. Il “Rupertuspark” vanta all’interno un’area “fitness” con un percorso accuratamente predisposto con una serie di attrezzi ginnici e pannelli informativi che spiegano l’esatta postura, il numero delle ripetizioni e la funzione cui è preposto. Diverse aziende ed organizzazioni nel 2013 hanno reso realtà questo interessante progetto “salutistico” sotto la supervisione di personale medico competente in materia.

La parte del parco che guarda verso il centro cittadino ospita il “Rosengarten” che soprattutto nel periodo estivo regala soavi fragranze e una miriade di colori.

Attraversata Wittelsbacher Straße si accede nella zona pedonale istituita nel 1992, una delle prime in Baviera, che delimita il cuore cittadino. La prima sosta è dedicata al “Königliches Kurhaus” in Kurstraße, centro congressi e centro benessere sede di interessanti eventi, che mi colpisce per l’elaborata facciata color ocra dove campeggia lo stemma bavarese con leoni ai lati e corona.

Adiacente si trova il “Königliches Kurgarten”, parco reale nel cuore della città che offre una preziosissima oasi di benessere e relax. Creato nel 1868 grazie all’opera dell’illustre architetto paesaggista di corte Carl Effner è arricchito da storici edifici come il “Wandelhalle” il “Konzertrotunda” e la stessa “Kurhaus” ed abbellito da variopinte aiuole, piante e alberi.

Dal 1910 il parco si avvale del “Gradierhaus” particolare complesso di inalazione all’aperto. Lungo 162 metri con una altezza di 13, è formato da circa 100 mila fasci di prugnolo arbusto spontaneo con fiori, dove giornalmente circa 400 mila litri di soluzione salina scende dalla cima del complesso producendo benefici effetti per inalazione diretta grazie al particolare microclima eistente. Inoltre la direzione del vento (segnalata) indica ai fruitori il lato del complesso da percorrere e gli utili pannelli informativi esistenti indicano in mezz’ora al giorno i migliori effetti positivi per la salute!

Bad Reichenhall, Gradierhaus

All’interno del parco è presente una grande fontana (“Springbrunnen”) da cui fuoriesce un alto zampillo d’acqua, anch’essa ricca di elementi salini, che cadendo produde una sottilissima nebulizzazione assai gradevole e rinfrescante soprattutto nel periodo estivo e comode sdraio invitano a una rilassante sosta (assai gradita dalla consorte ma non rientrante nel “mio” programma di visita della città). Non è raro, inoltre, ascoltare piacevoli musiche dell’orchestra locale che suona nel vicino “Musikpavillon”.

Bad Reichenhall, Königliches Kurgarten

In prossimità della fontana si trova un interessante pannello in cui è raffigurato il compositore tedesco Richard Wagner. Esso riporta brevemente la biografia del musicista (le cui note incantarono il giovane sovrano bavarese Ludwig II), le “Premiere” delle sue opere con data e luogo ed anche un estratto del suo soggiorno di pochi giorni nell’agosto 1861 dove si trova Cosima Liszt (già a Bad Reichenhall per motivi di salute con suo marito il direttore d’orchestra Hans von Bülow). Accanto si trova l’opera stilizzata dedicata al compositore, realizzata nel 2014 dallo stesso artista di quella dedicata a Re Ludwig II presente nel porticciolo di Prien).

Bad Reichenhall, Königliches Kurgarten (opera dedicata a Wagner)

La scoperta della città prosegue nella piazza che ospita il vecchio Municipio (“Altes Rathaus”). Costruito dopo il vasto incendio del 1834 come edificio scolastico e consiliare nel 1849/1850 esternamente è dominato da una torre quadrata posta centralmente. La facciata è abbellita da quattro raffigurazioni di figure storiche risalenti al 1924 che sono l’Imperatore Carlo Magno, San Rupertus, l’Imperatore Federico Barbarossa e il Re Ludwig I; ai lati della facciata altre due raffigurazioni che mostrano in chiave allegorica la Carità e la Giustizia.

Bad Reichenhall, Altes Rathaus

A fianco è ubicato l’edificio che ospita il “Neues Rathaus” eretto nel 1938. La facciata presenta quasi lo stesso colore del suo predecessore arricchita da una cascata di variopinti fiori presenti in ognuna delle quattordici finestre ubicate ai piani superiori.

Al centro della piazza si trova la “Wittelsbacherbrunnen” fontana ottagonale eretta nel 1905 con quattro leoni e otto figure in rilievo nella parte centrale e sul piedistallo una rappresentazione della Baviera qui raffigurata come una ninfa, che vuole essere un omaggio della città di Bad Reichenhall all’antica casata reale Wittelsbach.

Bad Reichenhall, Wittelsbacherbrunnen e Neues Rathaus

La piazza ospita un pittoresco edificio denominato “Altes Brodhaus” che dal 14° al 19° secolo era la panetteria comune della cittadina che attrae per la facciata interamente decorata.

Proseguendo verso il fiume Saalach in Saline Straße si incontra la chiesa parrocchiale di San Nicola (St. Nikolauskirche). Costruita come basilica romanica a tre navate alla fine del 1100 fu ampliata e ricostruita dopo ripetuti incendi nel 1860.

Bad Reichenhall, chiesa di San Nicola

Proseguendo si arriva al Luitpoldbrucke, ponte menzionato per la prima volta già nell’anno 1000 ed importante via di transito sul fiume Saalach. Costruito nel periodo dal 1889/91 e seriamente danneggiato da una inondazione alcuni anni dopo (1899), prende il nome dal principe reggente Luitpold, salito al trono di Baviera dopo la prematura e tragica scomparsa di Ludwig II.

Ritornando verso la curata zona pedonale (Fußgängerzone) oltrepassata Rathauplatz si incontra la chiesa di Sant’Agidio (Karmelitan St. Ägidikirche) di origine romanica fu edificata nel 1159 e convertita in stile gotico nel XV secolo. Esternamente spicca il possente e alto campanile che aveva anche lo scopo di torre di avvistamento per gli incendi.

Bad Reichenhall, chiesa di San Agidio

Nel sobrio interno ad unica navata spiccano le tre policrome vetrate del coro con pulpito a destra e una bella statua della SS. Madonna con in braccio il Bambin Gesù cinta da un fascio dorato a sinistra.

Bad Reichenhall, chiesa di San Agidio (interno)

Curiosa la stuatua presente in Poststraße denominata “Salzmeierschreiber” eretta su un blocco di marmo di fronte all’edificio denominato “Salzmeierhaus” risalente al 15° secolo, che fungeva da sede dell’amministrazione delle Saline fino al 1840.

Bad Reichenhall, statua

Sulla stessa via pedonale si trova la chiesa di San Giovanni (St. Johannes Spitalkirche), il luogo religioso più antico di Bad Reichenhall, ad unica navata rinnovata in stile barocco nel XVIII secolo.

Meritano di essere visitate le “Alte Saline”, sicuramente l’attrazione più importante della città, ubicate nelle immediate vicinanze del Rathaus.

Bad Reichenhall, Alte Saline (edificio principale)

Dopo un vasto incendio avvenuto nel 1834 che distrusse la maggior parte degli impianti fu il reale bavarese Ludwig I che ordinò la ricostruzione, ottenendo nel 1846 l’ambito titolo della più bella salina del mondo.

La discesa (a 14 metri di profondità) nella fitta rete di cunicoli e grotte tra le sorgenti di acqua e sale affascina grandi e piccini e permette di conoscere molto su questo elemento essenziale.

La temperatura nella miniera si mantiene costantemente sui 12 gradi ed è particolarmente divertente la vestizione con adeguati indumenti protettivi, proprio come un vero “minatore”.

Già ammirare le mastodontiche ruote idrauliche poste all’ingresso da l’idea dell’importanza del sito. Interessante è anche il “Salz Museum” ricco di numerosi pannelli informativi, plastici e autentici macchinari e il “Salz Shop”: tutto sul sale!

Bad Reichenhall, Alte Saline le mastodontiche ruote idrauliche

Al di fuori della zona pedonale sulla prosecuzione di Saline Straße in Salzburger Straße merita una visita la Cattedrale e il Monastero di San Zeno (Münster St. Zeno), che è la più grande chiesa della città.

Bad Reichenhall, chiesa di San Zeno (interno)

Dedicata a San Zeno che fu Vescovo di Verona vanta un ampio interno a tre navate cui si accede da un prezioso portale romanico.

Bad Reichenhall, chiesa di San Zeno (interno)

Distrutta da un vasto incendio nei primi anni del 1500 fu ricostruita in stile tardogotico, periodo a cui risalgono le opere più importanti come il pulpito riccamente intagliato, le bancarelle del coro e il fonte battesimale.

La visita prosegue tra le vie del centro storico ricche di negozi e invitanti Cafè. La raffinata pasticceria “Cafè Reber” in loco dal 1865 merita senz’altro una (dolce) sosta ed uscire a mani vuote è pressoche impossibile!

Informazioni utili

Bad Reichenhall è ubicata nella regione dell’Alta Baviera (Oberbayern) a pochi chilometri dall’asse viario autostradale “A8” Monaco-Salisburgo, a circa 120 chilometri dalla capitale bavarese e a circa 15 chilometri dalla città austriaca. Il confine Austria-Italia (Brennero) dista circa 160 chilometri (tramite viabilità ordinaria “21” e “312” e autostradale “A8”). Il “Tourist Info” ben curato e ricco di materiale illustrativo è ubicato in Wittelsbacher Straße, 15. Le “Alte Saline” (consigiata la visita) si trovano in Alte Saline 9 e sono aperte tutto l’anno con orari che variano dalle ore 10.00 alle ore 16.00 (Aprile-Ottobre) e dalle ore 11.00 alle ore 15.00 nel restante periodo; chiuso il 1° novembre, il martedì grasso, il venerdìi Santo, il 24,25 e 31 dicembre. Prezzo €. 10,00 (bambini 4-16 anni €. 5,50). Sosta consigliata è anche presso l’antica “Alpenbrauerei Bürgerbräu” nella centrale Rathausplatz: birra e portate di qualità secondo tradizione bavarese!

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.