La Baviera

La città di Mittenwald

Mittenwald è una apprezzata località turistica conosciuta per le case affrescate con la tecnica della “Lüftlmalerei” e per l’antica arte della liuteria.

Adagiata ai piedi della catena alpina del Karwendel a 900 metri s.l.m. non distante dal corso dell’Isar, essa è di antiche origini e di rilevante importanza trovandosi su una direttrice che un tempo era la principale arteria commerciale tra Verona e Augusta.

Accoglie il visitatore l’insostituibile “Grüß Gott” tra un insieme di variopinti fiori.

Tutto il curato centro cittadino è piacevolmente abbellito da una interminabile serie di affreschi che riprendono momenti di vita comune, raccontano di mestieri, con l’aggiunta di temi a carattere religioso.

La “pittura ad aria” (Lüftlmalerei”) è una antica arte pittorica sviluppatasi nel 18° secolo nella Germania del sud, che trae le sue origini dalla pittura barocca presente sulle facciate degli edifici italiani. Mittenwald, Krun, Wallgau, Oberammergau, Garmisch Partenkirchen sono ricche di queste raffigurazioni pittoriche che sono autentici racconti della vita locale.

La via principale di Mittenwald denominata Obermarkt è un susseguirsi di negozi e affreschi multicolori elaborati proprio grazie alla tecnica sopra descritta, che premiano l’occhio attento.

In questa via merita una breve pausa la “targa” commemorativa affissa sulla facciata di una abitazione dove il 7 settembre 1786 soggiornò il celebre Wolfgang Goethe durante il suo famoso viaggio in Italia.

Passeggiando per le vie del cuore cittadino si mostrano diverse fontane incastonate in vere e proprie opere d’arte.

Mittenwald, una dele tante fontane che costellano il centro

All’inizio della via principale si mostra la chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo (“Pfarrkirche St. Peter und Paul”) dove svetta il campanile anch’esso totalmente dipinto, caso unico in Baviera!

Fu edificata tra il 1734 e il 1749 dall’architetto stuccatore bavarese Joseph Paul Schmutzer della “Scuola Wessobrunner” coaudivato dalle abili mani del pittore bavarese Matthäus Günther. In stile barocco, menzionata già nel lontano 1315, è visibile già da lontano grazie al caratteristico campanile.

L’interno è un susseguirsi di opere e affreschi che assumono ancor più valenza tra i tenui colori del bianco e del rosa.

Mittenwald, interno della chiesa parrocchiale

L’altare maggiore preceduto da due altari laterali minori (quello di sinistra è dedicato a Maria) custodisce in una preziosa urna dorata il simbolo cristiano con Gesù Cristo crocifisso.

L’affresco centrale circolare posto nel soffitto è un tripudio di graziose figure dai molteplici colori.

Una preghiera chiude la visita al sacro luogo ed è proprio attaccata la statua in bronzo di Matthias Klotz raffigurato con un violino poggiato sulla gamba.

Mittenwald, statua dedicata a Matthias Klotz

Mittenwald va fiera di una lunga tradizione nell’arte della fabbricazione di strumenti a corde, portata in Baviera dal liutaio a cui è dedicata la statua. Matthias Klotz tornò a Mittenwald nel 1684 dopo un periodo di studi trascorso in Italia (Padova) ed iniziò quello per cui la cittadina bavarese è menzionata ed ancor oggi ancora praticata con maestria e dedizione; arte che si ammira presso il “Museo della Liuteria!”

Mittenwald, Ballenhausgasse (a sinistra il Museo al centro un’altra fontana)

Ospitato fin dal 1960 in una delle più antiche e belle abitazioni di Mittenwald dalla facciata color rosso ocra impreziosita da affreschi e con una caratteristica insegna con tanto di violino, il “Geigenbaumuseum” espone, in diverse sale, circa 200 violini unitamente a documenti, foto e altro materiale che ripercorrono secoli di storia e di rapporti con l’Italia.

Mittenwald, Geigenbaumuseum

Il giro continua tra queste caratteristiche vie impreziosite da preziosi lavori pittorici come quello storico (“Historische Bozner Markt”) che racconta una scena del mercato di Bolzano (legata da antichi rapporti) presso “Beim Gschdoaga”, sulla facciata della “Pilger Haus”, sulle facciate di alcuni esercizi alberghieri come il “Post Hotel”, il “Alpenrose Hotel“, o il “Gästehaus im Gries” alle cui spalle dominano le vette alpine circostanti

ittenwald, l’affresco che racconta il legame con Bolzano

La comunità di Mittenwald – ho saputo – ha ancora diversi artisti che sono maestri in questa tecnica pittorica: uno di questi e il Sig. Pfeffer Sebastian!

Mittenwald,

Le ultime foto sono dedicate alla piazza che ha al centro un’opera in legno che raffigura un grande violino, segno evidente dell’importanza di questo strumento musicale per Mittenwald.

Mittenwald, il grande violino nel centro del paese

Informazioni utili

Mittenwald pittoresco comune bavarese situato nella regione geografica dell’Oberbayern conta circa 8 mila abitanti. Vicino al confine austriaco da cui dista alcuni chilometri e non distante da Garmisch-Partenkirchen (circa 20 chilometri) è apprezzata località turistica estiva ed invernale. Monaco dista circa 110 Km. (tramite la “A95”, Garmisch-München) e il confine di stato Italia-Austria (Brennero) dista circa 75 Km. Curato e molto ben fornito il Tourist Office in Dammkarstrasse 3. Consiglio vivamente una visita al Museo della Liuteria in Ballenhausgasse, poco distante dalla chiesa parrocchiale (costo del biglietto €. 5,50). Per una sosta culinaria ho apprezzato il “Cafe Obermarkt” e sempre nell’omonima via il “Cafè-Konditorei Bozner” .

Ringraziamenti

Si ringrazia il personale del Tourist Officie di Mittenwald per la disponibilità fornita durante la visita della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *