Monaco

Monaco di Baviera

La città di Monaco fu fondata ufficialmente nel 1158 dal Duca Enrico XII detto “Der Löwe”, “Il Leone” e l’ascesa della città’ da semplice insediamento dei monaci (da cui il nome originario “Munichen”), si ebbe grazie ad un atto di forza del Duca che distrusse il ponte di Oberfohring, controllato dal Vescovo di Freising, utilizzato soprattutto per il commercio dell’oro bianco come era chiamato un tempo il sale e lo spostò a Monaco.

Monaco è oggi all’avanguardia in tutti i campi, ai vertici delle classifiche mondiali per qualità della vita ed è stata definita da importanti riviste specializzate come una tra le città più vivibili del mondo (al primo posto nel 2010!).

Monaco (familiarmente chiamata “Minga”) è definita dai suoi stessi abitanti “Weltstadt mit Herz, cioè “Metropoli col cuore”.

Metropoli perchè nonostante abbia 1,5 milioni di abitanti, non è soffocata dal cemento, le sue piste ciclabili sono tra le più curate ed estese e sono perfettamente integrate con l’arredo urbano. Particolare cura e rispetto hanno i pedoni dovunque essi si trovino, i trasporti pubblici sono efficienti, puliti e sicuri. Le veloci U-Bahn e S-Bahn collegano capillarmente tutta la città e si estendono fino ad un raggio di oltre 30 chilometri.

Con il cuore perchè nonostante sia una metropoli con una mentalità orientata all’innovazione, conserva ancora antiche tradizioni che sono ben salde, ieri come oggi. 

Monaco di Baviera, Englischer Garten (sullo sfondo i due campanili della Frauenkirche simbolo religioso della città)

Vivibile per i suoi curati giardini e per la presenza di verde come l’Hofgarten l’ex giardino di corte o l’Englisher Garten vero cuore verde nella città il parco pubblico cittadino tra i più grandi al mondo, più grande perfino del celebre Hyde Park o Central Park, realizzato nel 1789 grazie a Benjamin Thompson.

Vivibile per uno stadio olimpico costruito oltre 40 anni fa ma ancora attuale per le forme e vero regno del bavarese durante il suo “Freizeit”, il suo tempo libero.

Vivibile per la vivacità’ culturale ed artistica e per la bellezza dei monumenti.

Con oltre 100 musei, 3 pinacoteche, 2 splendidi teatri, 3 orchestre di fama mondiale, la  Residenz, il maestoso Nymphenburg che fu il regalo fatto dal Duca Ereditario Ferdinando Maria alla sua sposa per la nascita del loro primogenito maschio per la successione al trono di Baviera nel 1662 e ancora la “Ludwig Maximilian Universität”, la seconda Università della Germania, fondata ad Ingolstadt e qui portata da Re Ludwig nel 1826.

Monaco di Baviera, castello di Nymphenburg (con tanto di gondola)

Monaco, culturalmente parlando, è forse la città della Germania che più offre al visitatore.

Citazione a parte merita l’Oktoberfest, divenuta la più’ grande festa popolare al mondo che celebra però’ un evento storico (pur se con tutte le varianti ) e cioè’ il matrimonio dell’allora principe ereditario Ludwig con la principessa Teresa Charlotte Luise von Sachsen-Hildburghausen, avvenuto a Monaco il 12 ottobre 1810 proprio nel prato dove oggi si celebra l’Oktoberfest e chiamato proprio “Theresienwiesn”, in onore della sposa.

Ludwig I che regnò quale secondo Re di Baviera dal 1825 al 1848 disse: “Nessuno può vantare conoscenza della Germania se non conosce Monaco di Baviera”.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.