La Baviera

La città di Aschaffenburg

Città ricca di storia Aschaffenburg, lambita dal fiume Meno, è geograficamente situata nella regione dello Spessart (Franconia). Colonia romana vanta un ricco passato testimoniato da diversi edifici ed è oggi una importante città di cultura che vanta poco meno di 70 mila abitanti.

Grazie al clima particolarmente mite Re Ludwig I (che amava la cittadina francone) le diede l’appellativo di “Nizza della Baviera”

Simbolo della città è il possente Schloss Johannisburg (Castello Johannisburg).

Aschaffenburg, Schloss Johannisburg (da sud) -1-

Costruito tra il 1605 e il 1614, questo imponente e importante palazzo del tardo Rinascimento fu edificato per volere dell’arcivescovo e principe elettore Johann Schweikard von Kronberg e fino al 1803 fu destinato quale seconda residenza per gli arcivescovi e principi elettori di Magonza.

Aschaffenburg, Schloss Johannisburg

L’ampio cortile interno evidenzia il possente edificio che ospita all’interno le principesche sale sontuosamente arredate in stile neoclassico.

Aschaffenburg, Schloss Johannisburg cortile interno

Interessante la collezione di dipinti seconda soltanto a quella esposta nella città-capoluogo della Baviera come molto interessante è la più grande collezione del mondo di modelli architettonici realizzati in sughero che raffigurano l’antica Roma, tra cui spicca il celebre Colosseo che vanta oltre tre metri di diametro.

Aschaffenburg, Schloss Johannisburg camera da letto (“Schlafzimmer”) -2-

Merita inoltre citazione la Schloss Kapelle, la Cappella del castello con il soffitto a volta incrociato che vanta un pregevole altare creato nei primi anni del 1600, capolavoro dell’artista Hans Juncker.

Schloss Johannisburg, Cappella del castello con altare e pulpito -3-

Infine il carillon ubicato nella torre ad est che tutti i giorni (ore 09,05, 12,05 e 17,05) risuona grazie alle 48 campane in bronzo.

La visita della città può iniziare dal Park Schöntal (che si merita l’aggettivo “bello” derivante dal nome), preziosa area verde a ridosso della Fussgängerzone dove si trovano tranquilli laghetti, le rovine di un antico convento e un teatro, l’Hofgarten-Kabarett. A due passi, ai margini del parco che si affaccia su Würzburger Strasse il “Magnolienhain“, il parco delle Magnolie, luogo ricco di soavi fragranze nel periodo della fioritura.

Dal parco delle Magnolie uscendo si trova la “Sandkirche“, chiesa eretta nella metà del 1700 e proseguendo in Roßmarkt ecco la “Herstallturm“, anticamente parte delle fortificazioni, posta a ridosso della zona pedonale che inizia con l’omonima via (Herstallstrasse).

Aschaffenburg, Herstallturm

Si prosegue a destra in Sandgasse indi a sinistra in Erbsengasse raggiungendo il “Schönborner Hof”, antico palazzo nobiliare e primo edificio in stile barocco presente in città. Proseguendo per Landingstrasse e girando a sinistra in Dalbergstrasse dopo una piccola salita eccoci in Stiftplatz dove si trova la “Stiftsbasilika”, a tre navate con all’interno pregevoli opere. Dedicata al culto dei santi Pietro e Alessandro fu elevata a Basilica minore nel 1958 da papa Pio XII, domina dalla collinetta l’abitato sottostante. Al suo fianco lo “Stiftmuseum”.

Aschaffenburg, Stiftsplatz con la fontana

Nelle immediate vicinanze si trova il Rathaus e nella piazza che ospita il teatro (“Stadttheater”) in stile neoclassico dei primi dell’800, merita attenzione l’orologio solare “Aschaffenburger Sonnenuhr“: una colonna alta sei metri terminante con una sfera in grado di fornire l’orario del giorno e della notte con le linee delle ore contrassegnate da numeri romani. Un vero gioiello di astronomia!


In Schloßgasse merita sicuramente una visita la “Muttergotteskirche“, chiesa parrocchiale dedicata a “Nostra Signora Madre di Dio”, la più antica chiesa parrocchiale di Aschaffenburg citata per la prima volta nel 1183, la cui facciata color ocra è impreziosita da una statua dorata della beata vergine Maria e sotto, all’interno del timpano, dello stemma familiare del costruttore.

L’interno ad unica navata ospita opere di valore come l’altare maggiore cinto da un baldacchino preceduto da due altari minori posti ai lati; su quello sinistro si può vedere l’elaborato pulpito e a fianco un bel crocefisso. L’intera volta compresa la parte del coro presenta un grande affresco dove sono rappresentate scene della vita di Maria.

Aschaffenburg, Muttergotteskirch interno

Scendendo verso il fiume Meno una passeggiata di 540 metri (come indicato) nel verde e multicolore Schlossgarten, percorso preferito alla via,
Mainpromenade, che costeggia il fiume Meno porta al cospetto del “Pompejanum”. Passeggiata che regala scorci stupendi sul possente fiume  che scorre interamente in territorio tedesco e che nasce (guarda caso) in Baviera!

L’edificio rappresenta una villa romana ispirata all’abitazione di Castore e Polluce, due eroi della mitologia greca, nell’antica Pompei. Il cartello posto nel giardino dinanzi alla costruzione indica che essa fu costruita dall’architetto Friedrich von Gartner nel periodo dal 1840 al 1848 per Re Ludwig I di Baviera.

Aschaffenburg, Pompejanum

Dentro è un susseguirsi di sale con pitture sulle pareti, preziosi mosaici sui pavimenti basati su modelli antichi, statue e busti. Sono presenti, su sfondo rosso, i due quadri che raffigurano Castore e Polluce, “Die Dioskuren” coperti solo di un corto mantello a fianco di due scalpitanti destrieri. L’interessante costruzione ospita, inoltre, valide mostre.


Aschaffenburg Pompejanum interno

Intorno alla villa si estende un giardino di stampo mediterraneo con alberi di fico, mandorlo e un (pregiato) vigneto che digrada fino a toccare il fiume.


Aschaffenburg giardino prospiciente il Pompejanum con i pregiati vitigni

Informazioni utili

Aschaffenburg è ubicata nella regione bavarese della Franconia non lontano dal confine con l’Assia (Hessen). Attraversata dalla “A3” si trova a circa 50 chilometri a nord di Würzburg e a circa 360 chilometri (tracciato interamente autostradale, “A3” e “A9”) da Monaco di Baviera. Il castello di Johannisburg (Schlossplatz, 4) è aperto tutto l’anno con i seguenti orari: da aprile al 3 ottobre, dalle 09,00 alle 18,00; dal 4 ottobre al mese di marzo, dalle 10,00 alle 16,00; chiuso il lunedi. Prezzo: €. 3,50 (ridotto €. 2,50). Il Pompejanum è aperto dal 23 marzo al 31 ottobre (chiuso nel restante periodo e il lunedì) con orari compresi tra le 09,00 e le 18,00. Prezzo: €. 5,50 (ridotto €. 4,50). Esiste il valido “combi-ticket” per entrambi gli ingressi al costo di €. 7,00 (ridotto €. 5,00). Per ulteriori informazioni http://www.schloesser.bayern.de. Il fornito “Tourist Information” è ubicato nella piazza del castello ed è aperto tutto l’anno. Per una sosta ristoratrice consiglio l’elegante “Schlossweinstuben” a due passi dal castello.

Ringraziamenti

Si ringrazia il “Bayerische verwaltung der staatlichen Schlösser Gärten und Seen” di Monaco di Baviera per la concessione delle foto (indicate dai nn. 1,2,3) e per l’autorizzazione alla pubblicazione della foto dell’interno del Pompejanum di proprietà personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *