La Baviera Monaco

Il West Park di Monaco di Baviera

Il West Park è una delle attrezzate aree verdi che arricchiscono la capitale bavarese.

Il parco si trova nella parte ovest della città nel quartiere di Sendling-Westpark a circa due chilometri dalla principale stazione ferroviaria (Hauptbahnhof) monacense.

Monaco, West Park

Si estende su una superficie di 60 ettari (ricordo che 1 ettaro corrisponde a 10 mila metri quadrati) ed è attraversato dal “Ring” (qui denominato Garmischer Straße), l’anello di asfalto che racchiude la città, che lo divide in due parti.

Monaco, l’arteria stradale che divide in due il West Park

Composto da diverse colline, da due laghi e da una infinità di colori e profumi, presenta diverse “attrazioni” che lo rendono luogo di svago molto frequentato.

Monaco, West Park

La prima menzione va al roseto che nel periodo primaverile si abbellisce di intensi profumi, colori e una miriade di tonalità grazie alla presenza di circa 20 mila rose provenienti da cinquecento specie differenti.

Anche la parte di parco dedicata all’oriente ha il suo fascino grazie alla presenza di diverse “composizioni” che sono oggetto di sequenze fotografiche.

Monaco, West Park

I giardini di stile orientale, quello cinese e quello giapponese, sono un insieme di profumi e colori che regalano momenti di piacere sia per gli occhi che per la mente.

Il giardino giapponese creato da una comunità della città di Sapporo (gemellata con la capitale bavarese dal 1972) unisce gli aspetti salienti della comunità orientale e si estende per circa duemila metri prendendo spunto dal periodo Heian risalente al nono secolo.

Il giardino cinese definito dai suoi creatori “Giardino dei profumi e dello splendore” offre ai frequentatori un percorso attraverso le quattro stagioni.

La pagoda che si riflette nel piccolo laghetto in stile Tailandese (Thai Sala) ospita una statua di Buddha realizzata grazie all’opera di dodici artisti. Essa vuole essere il simbolo della comprensione tra i popoli di culture e religioni diverse. Il Buddha fu consacrato nel giugno del 1994 è rappresenta il primo tempio buddista in territorio tedesco.

Monaco, West Park: Thai Sala

La pagoda interamente in legno è stata realizzata nel 1983 in Nepal e successivamente trasportata nella capitale bavarese. Ben trecento nepalesi hanno lavorato a questa opera che rappresenta l’antica cultura Nepalese. In determinate occasioni la pagoda viene armoniosamente decorata e ospita suggestive cerimonie alle quali i visitatori sono ben accettati.

Monaco, West Park pagoda nepalese

Nel 1983 l’area verde ospitò il “I.G,A,” (“Internationale Gartenbau-Ausstellung”) e per l’occasione furono create diverse opere alcune delle quali visibili ancor oggi.

La più grande è la “Bayerwaldhaus”, una fattoria storica risalente al 1747 con annesso un tradizionale giardino.

Monaco, West Park: Bayerwaldhaus

Merita una mia citazione la “Hoch Wiesen Haus” dell’artista austriaco Friedensreich Hundertwasse, che già avevo “conosciuto” durante la mia visita ad Abensberg.

Monaco, West Park: Hoch Wiesen Haus

Il parco ospita anche luoghi di ristoro (Biergarten), aree per i più piccoli, campi da gioco, aree attrezzate per il barbecue e una infinità di percorsi adatti anche alle biciclette, qui sempre presenti.. Ospita anche manifestazioni in diversi ambiti.

Ringraziamenti

La visita insieme al caro amico Michele Nussbaumer si è rivelata assai interessante e ha contribuito ad accrescere le mie conoscenze relative alla cosmopolita capitale bavarese.

Monaco, Westpark con Michele Nussbaumer

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.