News

Emergenza sanitaria “Covid.19” in Baviera, sesto aggiornamento 2022

Numeri fortunatamente in discesa in Baviera e in Germania da alcuni giorni – riferisce la stampa – per quanto riguarda la pandemia da “Covid.19” che ha colpito l’intero mondo due anni fa.

Il valore attuale in Germania è 1.401 (era 1.485 circa una settimana fa come riportato nel mio precedente articolo) per 100 mila abitanti su sette giorni, con un trend in miglioramento su 7gg. del 3%.

Il valore più alto è 2.989 registrato nel circondario di Barnim (Brandeburgo) seguito da quattro città della Baviera: Neu Ulm, Regen, Neuburg-Schrobenhausen e Eichstätt (una settimana fa registrava il dato peggiore di tutta la Germania, con 3.888!) con valori rispettivamente di 2.691, 2.587. 2.583 e 2.511.

Quarantatre città/distretti registrano valori fino a 2.000, di cui 23 provengono da città o distretti del Land bavarese.

In terapia intensiva rimangono stabili i letti occupati da pazienti con varie patologie, stabili quelli occupati da pazienti affetti da “Covid.19” (10%) e aumentano quelli liberi (16%). I decessi nella giornata odierna sono stati 179 per un totale che ha superato le 120 mila unità.

Per quanto riguarda le città in Germania questi sono i valori registrati dalle dieci città più grandi per numero di abitanti partendo dalla capitale: Berlino (valore per 100 mila abitanti su 7 giorni: 1.188), Amburgo (seconda città della Germania per numero di abitanti,1.013), Monaco di Baviera città, 1.472; circondario, 1.342; era rispettivamente 2.322 e 1.568 una settimana fa), Colonia (1.419), Francoforte sul Meno (1.243), Stoccarda (1.554), Düsseldorf (1.368), Lipsia (1.533), Dortmund (1.359), Essen (1.096).

Di seguito i valori registrati dalle 9 città più grandi per numero di abitanti della Baviera (in ordine decrescente, escludendo la capitale di cui già ho scritto): Norimberga (seconda città bavarese per numero di abitanti, 1.421), Augusta (2.137), Ratisbona (1.255), Ingolstadt (1.860), Würzburg (2.085), Fürth (1.852), Erlangen (1.026), Bamberga (1.633).

Il tasso di vaccinazione nel Land patria dei motori (Man, BMW, Audi) della birra (qui nacque la prima legge alimentare del mondo nel 1516) e del più antico birrificio (Weihensthepan, 1040) e di altri prestigiosi marchi quali Adidas, Siemens, Allianz, il tasso di vaccinazione tra i più giovani (5-11 anni) è del 20%, del 66% (fascia di età 12-17 anni), 74% (18-59) e 86% (oltre 60 anni di età).

Concludo con la notizia riportata dagli organi di stampa relative alle nuove misure che la Baviera è pronta ad emanare in merito alle normative legate alla pandemia da “Covid.19”.

Dal 17 febbraio (domani) le restrizioni di contatto applicate alle persone vaccinate o guarite sono completamente annullate. Le restrizioni generalmente dichiarate “2G plus” diventano “2G” e quasi in ogni settore in cui in precedenza si applicavano le norme “2G”, sarà operativa la normativa “3G” il che significa che anche chi non è vaccinato potrà avere libero accesso presentando un test “Covid.19” negativo!

Fonti: BR24, SZ.de, Az.de, dati elaborati dal “Robert Koch Institut” aggiornati alla data del 16.02.2022.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.