News

Emergenza sanitaria “Covid.19” in Baviera, primo aggiornamento 2021

Nuove drastiche restrizioni sono state, purtroppo, emanate in Baviera a causa dell’aumento dei contagi da “Covid.19” che sta colpendo l’intero stato della Germania.

Per quanto sopra detto lo “Stato Libero della Baviera” ha ulteriormente incrementato le già severe misure restrittive in considerazione degli alti numeri di riproduzione presenti in città e distretti (Landkreis).

Diversi sono i distretti e le città che, purtroppo, registrano un indice di riproduzione su base settimanale per 100 mila abitanti che oltrepassa la soglia di 200, valore deputato all’inasprimento delle misure atte a contenere il diffondersi del contagio.

Partendo dalla fascia alpina e salendo verso il fiume Meno i valori oltre 200 riguardano: Landkreis (LK) Berchtesgadener Land con 279,4 (per 100 mila abitanti su 7 giorni) e tasso di mortalità del 2,26%; LK München (rispettivamente: 209,7 e 1,57%); LK Rottal-Inn (242,8 e 2,44%), LK Passau (383,6 e 1,65%), Stadt Passau (357,9 e 2,12%), LK Freyung-Grafenau (294,8 e 2,53), LK Regen (289,4 e 2,87%), LK Deggendorf (260,3 e 1,97%), LK Dingolfing-Landau (208,9 e 2,22%), LK Roth (266,7 e 2,15%), Nürnberg (238,4 e 1,57%), Fürth (214 e 1,87%), LK Bayreuth (229,6 e 2,4%), LK Tirchenreuth (249,8 e 6,71%), LK Wunsledel-Fichtelgebirge (317,9 e 3,67%), LK Kulmbach (211 e 2,1%), LK Hof (209,6 e 3,06%), Stadt Hof (312,1 e 3,27%), Stadt Coburg (316,5 e 2,05%), LK Coburg (270,9 e 3,73%), LK Haßberge (218,1 e 2,11%). Soltanto il distretto dell’Oberallgau ha un indice di riproduzione inferiore a 50 (46,8 e tasso di mortalità dell’1,05%) con valore oltre l’indice di 50 per il capoluogo regionale (Kempten con valori rispettivamente di 62,2 e 1,37%).

A Monaco 380 nuovi casi (giorno precedente 341), 4.727 attualmente positivi al virus, 642 decessi complessivi (giorno precedente 9 in meno). I valori riferiti alla capitale bavarese sono 0,90 e 130,2 (rispettivamente valore di riproduzione “R” e indicenza su 7 gg/100 mila abitanti).

I numeri riferiti alla Germania evidenziano poco più di 1,830 mil. casi complessivi, 37.600 decessi e un indice di riproduzione di 122 circa (sempre tenendo conto degli stessi parametri; nel nostro paese superati i 2,2 mil. di casi complessivi con, purtroppo, oltre il doppio dei decessi e indice che si attesta a 188 circa). I dati riferiti esclusivamente alla data del 7 gennaio 2021 parlano di 26.391 nuove infezioni e 1.070 decessi. I guariti complessivi sono poco meno di 1,5 mil. di persone.

A Monaco di Baviera la vaccinazione è iniziata la scorso 27 dicembre 2020. Dall’inizio 61.420 persone sono state vaccinate contro il virus “Covid.19” in Baviera (dato al 3 gennaio 2021).

Misure restrittive decise dopo la riunione avuta luogo martedì scorso 5 gennaio 2021, tra le diverse cariche istituzionali dello Stato e dei Länder.

Nei distretti dove l’indice di contagio supera la soglia di 200 ulteriori limitazioni alle uscite entreranno in vigore dal prossimo 11 gennaio 2021, quali ad esempio l’uscita possibile soltanto entro un raggio di 15 chilometri con esclusioni di motivi (dimostrabili) di assoluta necessità e gravità.

Sempre dalla stessa data sono consentiti gli incontri con massimo 1 persona di un altro nucleo familiare (prima erano due) con un coprifuoco dalle ore 21.00 fino alle ore 05.00 e multe (salate) nell’ordine dei 500 Euro, in caso di violazione con eccezioni limitate a pochi casi.

Tutte le scuole e gli asili nido sono chiusi in Baviera fino al prossimo 31 gennaio 2021. Per recuperare le lezioni, le vacanze di Carnevale previste per il 2021 dal 15 al 19 febbraio sono state annullate.

Chiuse tutte le strutture ricreative e culturali, come i castelli, i teatri dell’opera, le sale da concerto, i cinema; chiusi anche i centri di scommesse e simili, le saune, le terme, i centri benessere ed anche i…luoghi di intrattenimento per soli adulti!

Chiusi anche gli zoo, i parchi di divertimento e i giardini botanici e sono sospesi i tour della città, le gite in bus turistici ed anche la navigazione fluviale e lacustre così come le funivie e gli impianti di risalita.

Una situazione, purtroppo, di elevata allerta che non sta conoscendo significativi spiragli di miglioramento!

Fonti: SZ, AZ, RKI I numeri riportati nel presente articolo ripresi dagli organi di stampa possono differire in parte a causa delle diverse festività del periodo che hanno rallentato le procedure in atto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *