Monaco

Il Viktualienmarkt di Monaco

Il “Viktualienmarkt” ubicato nel cuore cittadino, adiacente la chiesa dello Spirito Santo (Heiliggeistkirche) e racchiuso dalle vie Rosental, Frauenstraße e Westenriederstraße, nacque durante il regno del primo Re di Baviera nel 1807, quando il re Maximilian I optò per spostare il mercato che anticamente aveva luogo ai piedi della Mariensäule.

Il Viktualienmarkt offre una tale quantità di prodotti che elencarli tutti sarebbe alquanto difficile. Una miriade di colori e profumi allettanti invade l’intero perimetro dove ha luogo il mercato che si avvale di oltre cento venditori che offrono prodotti di qualità in una lunga passeggiata gastronomica, da uno stato all’altro.

Le bancarelle ricche di pregiati prodotti sono frequentate dai residenti e dai turisti attratti da una lunghissima serie di prodotti alimentari sapientemente preparati ed esposti che vanno da ogni varietà di frutta e verdura ai formaggi, dalla carne ai crostacei, dai pregiati vini ai prodotti esotici che rappresentano anche una gioia visiva, pur se i prezzi non possono definirsi economici!

Diverse sono le attività che per la qualità della merce, per la varietà proposta, per la cura e la competenza espressa nel corso del tempo che hanno avuto i favori del pubblico apparendo anche sulla carta stampata.

E’ il caso della pescheria “Fisch Witte am Viktualienmarkt” di cui avevo letto un articolo che mi aveva incuriosito… e che quindi dovevo “obbligatoriamente” conoscere personalmente! L’articolo in questione menzionava l’attività commerciale come una tra le più conosciute ed apprezzate di Monaco la cui titolare – continuava l’articolo – si raccontava essere la più bella signora che gestisce una pescheria nella capitale bavarese!

Monaco di Baviera, Viktualienmarkt il negozio “Fisch Witte”

Il motto della nota pescheria che recita “If it swims,we have it” induce a buoni propositi e in effetti nel momento in cui entro nella pescheria noto una particolare cura nella composizione e nella vendita. Dietro uno dei banconi colmi di ogni tipo di pesce il mio occhio cade su una bionda signora intenta al suo lavoro che ben si sposa con quanto letto. La quale appena mi presento (a seguito della mia e.mail inviata in precedenza) si dimostra assai disponibile e gentile. La gentilissima Frau Hella Witte, questo il suo nome, risponde con un gran sorriso inframmezzato da una risata, quando riferisco di aver letto di Lei quale la donna più bella che vende il pesce nella città di Monaco.

Monaco, insieme alla gentile titolare Frau Witte

Nonostante il negozio sia nel pieno dell’attività mattutina e lei stessa è impegnata a servire la clientela mi concede alcuni scatti in sua compagnia. La gentilissima proprietaria mi presenta un suo dipendente italiano incuriosito da quanto da me esternato su questo “amore bavarese” e la foto all’esterno abbracciato…a una aragosta ben più grande del sottoscritto chiude questa visita.

Nell’area del Viktualienmarkt si trova (ovviamente) un apprezzato Biergarten dove la gente si ritrova per la tipica colazione con le salsicce bianche (“Weißwurstfrühstück“) o per chiacchierare sorseggiando la bionda bevanda abbinata alle prelibatezze locali.

Al centro del Viktualienmarkt si staglia il Maibaum (Albero del primo di Maggio) altro simbolo bavarese legato a una lunga tradizione dipinto con i colori del… cielo bavarese, ovverosia il bianco e l’azzurro!

Monaco di Baviera, Viktualienmarkt il Maibaum

Qui la raffigurazione che apre la serie è rappresentata dalle botti che riportano i nomi delle sei fabbriche di birra di Monaco che sono, lo ricordo (in ordine alfabetico): Augustinerbräu, Hacker-Pschorr, Hofbräuhaus, Löwenbräu, Paulanerbräu, Spatenbräu, a cui si aggiunge la botte (al centro) che riporta la “Münchner Bier” con il simbolo monacense (la cui statua si trova nella parte più alta del Rathaus) e l’iscrizione che ricorda il famoso “Editto sulla Purezza”, il “Reinheitsgebot”.

Il Viktualienmarkt ospita anche sei statue disseminate su tutta l’area che ricordano personaggi noti nel campo teatrale-cinoemtografico nati a Monaco e in Baviera. Sono raffigurate tre donne ovverosia Elise Aulinger, Liesl Karlstadt e Ida Schumacker e tre uomini, Weiß Ferdl, Roider Jack e Karl Valentin.

Elise Aulinger è stata una attrice che nacque a Monaco al pari della bavarese Ida Schumacker, Liesl Karlstadt anch’essa attrice nata a Monaco fu molto apprezzata a fianco di Karl Valentin. Weiß Ferdl al pari di Roider Jackl furono attori e cantanti nati in Baviera, Karl Valentin è sicuramente la figura più importante del novero di personaggi citati.

Egli nacque a Monaco nel 1882 e si fece conoscere al pubblico per le sue doti di cabarettista che fu un noto cabarettista, autore teatrale e non solo. A lui è anche dedicato un particolare museo “Karl Valentin Museum” ubicato all’interno della Karlstor.

Il celebre “Mercato” monacense è inoltre la “location” per l’evento “clou” del coloratissimo “Fasching” (Carnevale) monacense!

Il “martedì grasso” (“Faschingsdienstag”) il Viktualienmarkt ospita il famoso “Ballo delle donne”, il “Marktfrauentanz”, un’autentica esplosione di colori, suoni e costumi, evento imperdibile dei festeggiamenti carnevaleschi!

E’ il primo cittadino monacense al termine del suo intervento ad aprire “ufficialmente” il ballo delle…scatenate donne al cospetto della “Principessa” e del “Principe”, figure presenti in ogni edizione del fantasmagorico carnevale monacense!

Ringraziamenti

Anche se sono passati alcuni anni ricordo con molto piacere l’incontro avvenuto a Monaco con Frau Hella Witte titolare dell’attività commerciale “Fisch Witte”. La titolare, nel corso del colloquio, ha esternato cortesia e disponibilità, manifestate anche con la concessione di alcune foto.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.