Senza categoria

Baviera, il nuovo viaggio-permanenza

Il nuovo viaggio in terra bavarese sarà foriero di importanti “rendez-vous”, approfondimenti e nuove conoscenze.

Il dettagliato programma studiato nei minimi particolari con tanto di precise distanze chilometriche è pronto; inizierà con Fussen e proseguirà sulle orme (conosciute) di Re Ludwig II a 1277 metri slm laddove il sovrano voleva costruire il suo “nuovo” castello.

Kaufbeuren la graziosa città gemellata con Ferrara che ospiterà il prossimo mese di Luglio la preziosa storica festa che risponde al nome di “Tänzelfest”, sarà motivo di visita prima di proseguire verso la terza città della Germania per numero di abitanti. Sarò nella capitale bavarese per importanti colloqui legati al mio libro e alla futura diffusione nel “Land”, grazie ai proficui rapporti intrattenuti con i diversi Organi competenti in materia, non tralasciando una corposa sequenza di visite (alcune delle quali legate al “mito” di Re Ludwig II).

La permanenza bavarese continuerà, unitamente alla preziosa presenza di Michele Nussbaumer pronto a questo non lungo ma sicuramente interessante e corposo ennesimo “Zusammen-Tour”, in Franconia e fin quasi al confine con la Turingia (che Re Ludwig II visitò….) non senza aver ammirato presso il “Flughafen München” la dorata statua di Re Ludwig II (che ha nella mano destra un aeroplano e che mi riporta in mente la sua idea di voler oltrepassare le montagne che circondavano i suoi castelli mediante una specie di macchina volante – idea azzardata all’epoca ma che soltanto cinque anni dopo….) e sostato a Gammelsdorf, luogo di una importante storica battaglia nel lontano 1313.


Gammelsdorf

In Franconia il programma sarà assai nutrito e culturalmente di spessore con visite già programmate ed accreditate grazie alla preziosa tempestività e inappuntabile disponibilità manifestata ancora una volta dalle Amministrazioni locali bavaresi, nuovamente compiaciute dalle mie conoscenze: una per tutte la stupenda Abbazia di Waldsassen (e non posso tralasciare il Museo di Plassenburg).

Plassenburg

Sarò inoltre a Oberammergau per preziosi incontri motivati dalla stesura di un corposo capitolo dedicato all’evento (che merita assolutamente di essere visto!) del prossimo anno: la celebre “Passionsspiel

Oberammergau

E “dulcis in fundo” ricevere l’invito dal Signor Sindaco della città di Wolfratshausen per un incontro con tanto di “convivio ufficiale” è l’ultimo (in ordine di tempo) gratificante attestato che impreziosisce questo mio “amore bavarese”. E’ di questo non posso non ringraziare il Dott. Beltramini.

Wolfratshausen

Questi i tratti salienti e non starò via un mese….. Seguitemi: la Baviera con le sue tradizioni, le sue bellezze artistiche e paesaggistiche, la sua storia “reale”, Vi conquisterà…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *