La Baviera

Schliersee

Schliersee, sullo sfondo il campanile della chiesa di San Sisto
Schliersee, sullo sfondo il campanile della chiesa di San Sisto

Schliersee è il pittoresco comune bavarese ubicato a 785 metri s.l.m., apprezzato luogo di villeggiatura per la favorevole posizione naturale sia nel periodo estivo che in quello invernale. Posto sulle rive dell’omonimo lago, conta oggi circa 6 mila abitanti. La bella giornata mi induce a cimentarmi in uno degli sport praticabili nel lago posto a 777 m. slm, ma il mio puntiglioso programma non ammette deroghe per cui il primo giro è dedicato ad una veloce quanto salubre passeggiata intorno allo specchio d’acqua  lacustre.

Schliersee
Schliersee
Schliersee, chiea di San Sisto (interno)
Schliersee, chiesa di San Sisto (interno)
Schliersee, chiea di San Sisto (particolare)
Schliersee, chiesa di San Sisto (particolare dell’altare maggiore)

A due passi dal lago si trova il curato  “Gäste-Information” che ottiene il mio vivo apprezzamento per la ricchezza dell’offerta turistica proposta, abbinata ad un ambiente ampio, elegante e ben curato. Quasi di fronte, tra il verde, si può anche giocare a scacchi grazie ad un “campo” di alcuni metri con fanti, re e regine di inusuali dimensioni.

Lo slanciato campanile color ocra della chiesa parrocchiale di San Sisto, “Pfarrkirche St. Sixtus”  opera barocca edificata tra il 1712 e il 1714 spicca tra l’arredo urbano. L’interno ad unica navata abbonda di statue e decorazioni con sei altari minori disposti ai lati che anticipano il pregevole altare maggiore in legno di noce datato 1717 su progetto di Johann Baptist Zimmermann. Le statue presente ai lati della pala d’altare cinta da quattro colonne raffigurano San Benno (a sinistra) patrono della città di Monaco (le cui reliquie sono conservate nella Frauenkirche) che tiene in mano i suoi simboli il pesce e le chiavi e San Arsacius patrono di Illmmünster che tiene in mano il cofanetto dei Magi, le cui spoglie sono custodite nella locale Abbazia. Sulla destra a ridosso del coro notevole è il pulpito datato 1715. Gli affreschi del soffitto, che ripercorrono la vita di San Sisto, tra cui menziono quello che raffigura la sua cattura e la sua decapitazione sono opera dell’affermato e apprezzato artista di Wessobrunn; il grande affresco centrale raffigura l’Ascensione di San Sisto.

Schliersee
Schliersee

La passeggiata continua fino a raggiungere, in Rathaustrasse,  il bianco edificio che ospita il “Rathaus” (Municipio) fin dal 1920. Originariamente edificato per la chiesa di San Sisto ha la bianca facciata aggraziata da un bovindo collocato quasi al centro. Bella la vicina Terofalplatz ricca di colori.

Nelle immediate vicinanze la collina chiamata “Weinbergkapelle”  ospita il monumento dedicato a Re Ludwig http://labavierapertutti.it/schliersee-monumento-a-re-ludwig/ e la piccola chiesa gotica di San Giorgio alla Vigna (“St. Georg Weinberg“) che mostra nel coro la statua di San Giorgio mentre trafigge il drago al centro di un arco. Da qui si ha una magnifica vista sulla cittadina dove risalta il giallo della chiesa cattolica e sulle placide acque del lago che spazia fino alla piccola isola di Wörth.

Informazioni utili –

Schliersee, veduta dalla Weinbergkapelle
Schliersee, veduta dalla Weinbergkapelle
Schliersee, panorama
Schliersee, panorama

Schliersee è ubicato nella parte superiore dell’omonimo lago sulla strada statale 307 che qui prende il nome di “Deutsche Alpenstrasse” a circa 15 chilometri dal Tegernsee nel comprensorio di Miesbach cui dista circa 10  chilometri. Il fornito Gäste-Information” si trova in Perfallstrasse 4 all’interno del complesso chiamato Vitawelt. Si ringrazia per la collaborazione Frau Ursula Höller del locale Ufficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *