News

Il castello delle fiabe di Re Ludwig deve essere ristrutturato

Immerso nel maestoso panorama delle Alpi bavaresi il castello di Neuschwanstein suscita in me una emozione indescrivibile. Ogni volta che varco il suo poderoso ingresso mi precipito dinanzi al busto di Re Ludwig e in rispettoso silenzio ripercorro la sua sfortunata vita. Evidente e profonda  emozione che prosegue fin dopo la visita del celebre maniero costruito quasi 150 anni fa ma che ha al suo interno opere e innovazioni all’avanguardia per l’epoca e che sono attuali ancora oggi!

*Schloss Neuschwanstein, veduta da nord-est e sullo sfondo le vette del Gebirge

Ma il tempo corre implacabile per tutti anche per il celebre maniero che colpì, perfino, la fantasia di un certo Walt Disney.

Lo scorso mese di agosto la stampa bavarese ha dedicato un ampio articolo al castello di Neuschwanstein, con titoli emblematici quali ad esempio, “König Ludwigs Traumschloss wird aufpoliert”, ovverosia  “Il castello dei sogni di Re Ludwig deve essere ristrutturato”. Ogni anno il maniero conosciuto nel mondo viene visitato da circa 1,5 milioni di persone che ripercorrono così il mondo fantastico del sovrano e durante l’estate, il periodo di maggior affluenza va da giugno a settembre, circa 6.00 persone ammirano, ogni giorno, le sue stanze, non senza conseguenze recita l’articolo.  Sono quindi necessari consistenti lavori di risanamento e ristrutturazione che interesseranno l’intero maniero, una gemma incastonata nel rigoglioso paesaggio alpino bavarese, che proseguiranno fino al prossimo 2022  secondo i progetti presentati dalle Autorità preposte a Monaco di Baviera lo scorso 9 agosto 2018, con una spesa di 20 milioni di Euro!

Schloss Neuschwanstein,  veduta da sud-ovest

Il clima, la luce alpina e diverse altre cause deteriorano mobili e tessuti per cui si rende necessaria una vasta opera di risanamento che per importanza – secondo quanto dichiarato dalle Autorità competenti – non ha avuto eguali nella storia del castello. Restauratori, artigiani ed esperti del settore hanno un progetto tanto importante quanto imponente da portare a compimento nei tempi programmati.

Schloss Neuschwanstein, vista da sud-est (dalle vette che sovrastano il Marienbrücke) 

93 camere, 184 cornici per pareti, 65 dipinti, 355 mobili, 664 porte e finestre, i soffitti, le facciate, i muri di sostegno tutto deve essere riportato alla bellezza originale per continuare a farci sognare, ieri, oggi e domani! Sono previsti anche altri lavori di ammodernamento come l’installazione di un sistema di ventilazione e l’introduzione supplementare di lampade a led. E non è tutto perchè innumerevoli oggetti compresi altrettanti articoli di arredamento e componenti in legno non saranno oggetto di risanamento in quanto ancora in buono stato di conservazione. Imponenti numeri che danno l’idea di cosa ha lasciato alle generazioni future Ludwig II Re di Baviera, ancora oggi tanto ricordato!

Schloss Neuschwanstein, monumento dedicato al suo committente

Le visite del castello non subiranno alcuna interruzione – è stato dichiarato – e i lavori procederanno di pari passo all’apertura del castello, lavorando anche di notte con l’attività di restauro che procederà per singola sezione per limitare al minimo i disagi ai visitatori presenti durante tutto l’anno. 

Il portone di ingresso fu eretto per primo e fu terminato alla fine del 1873: il sovrano bavarese risiedette nelle stanze al piano superiore per diverso tempo durante gli imponenti lavori al castello. Nel 1881 fu aggiunta la “Sala del Trono” (“Thronsaal”) e alla morte del Re,  nel 1886, il castello non fu terminato. Soltanto sette settimane dopo la sua morte, esso venne aperto al pubblico.

Schloss Neuschwanstein, lavori alla facciata nell’agosto del 2009 

Oggi maestranze specializzate stanno lavorando nella splendida “Sängersaal” (“Sala dei Cantori“) ed esternamente i lavori interessano il portone di ingresso che è scomparso sotto le impalcature, ma ciò non scoraggia i visitatori e gli appassionati come il sottoscritto.

Schloss Neuschwanstein, lavori al portone di ingresso (luglio 2018)

1 sistema di aria condizionata è installato

Tutte le foto sono tratte dall’archivio del sottoscritto tranne la numero 1 del presente capitolo (indicata con l’asterisco); per la gentile concessione si ringrazia il “Bayerische Verwaltung der staatlichen, Schlösser, Gärten und Seen”. Il presente articolo è tratto dalle notizie apparse sulla stampa bavarese (“Abendzeitung” e “Az”) che si ringrazia per l’occasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *